Homepage > Guide

 

Risparmio energetico: alcuni consigli pratici

I pi¨ recenti computer portatili integrano avanzate soluzioni per il risparmio energetico al fine di aumentare l'autonomia di funzionamento del prodotto quando alimentato da batteria. I componenti hardware sono sviluppati per assorbire meno energia, le utility software permettono di gestire alcuni parametri di sistema per ottimizzare il consumo delle batterie, ma rimangono alcune operazioni che dipendono solo dall'utente finale.

Qui di seguito proponiamo una sintesi di "buone abitudini" utili al raggiungimento del miglior risultato in termini di autonomia di funzionamento del PC quando alimentato da batteria. Il primo elemento su cui l'utente pu˛ agire Ŕ la luminositÓ del display: impostare questo parametro in modo da garantire una buona usabilitÓ ma comunque il pi¨ basso possibile Ŕ un'ottima abitudine, che pu˛ far risparmiare decine di minuti sul computo finale della durata della batteria. Una mini-guida dedicata a questo argomento Ŕ disponibile qui.

I sistemi operativi mettono a disposizione vari schemi di risparmio energetico e con tali strumenti il produttore del PC ha voluto fornire all'utente differenti configurazioni dei parametri di sistema, al fine di soddisfare le varie condizioni d'uso. Solitamente sono previsti scenari d'uso in cui Ŕ richiesta alta potenza elaborativa, altri in cui si vuole massima autonomia e basse prestazioni e una terza opzione intende essere il compromesso tra le due (abbiamo realizzato un breve approfondimento dedicato ai sistemi operativi Microsoft Windows 7, Windows Vista e Windows XP). Il suggerimento in questo caso Ŕ quello di utilizzare tali opzioni ricordandosi di esse e scegliendo volta per volta la pi¨ adatta; questo suggerimento, pur scontato e ovvio, viene spesso dimenticato dagli utenti.

Va prestata attenzione anche a tutte le periferiche collegate al PC. Siamo proprio sicuri che tutte servano? Chiavette USB Drive inserite nel portatile, hard disk esterni collegati con cavo USB o altre opzioni sono tutti elementi che la batteria del PC deve alimentare e che il sistema deve gestire. Quindi, scollegare dal portatile tutto il superfluo.

Un'ultima accortezza riguarda la molteplicitÓ di opzioni wireless oggi disponibili sul PC: connessione Wi-Fi, modulo Bluetooth e 3G sono tutti dispositivi che devono essere attivati solo all'occorrenza. Infatti, questi moduli consumano energia anche quando non attivamente utilizzati nella navigazione online o nel trasferimento di dati.