Homepage > Guide

 

LuminositÓ del display

Oltre al processore, per il quale esistono una serie di profili di gestione del risparmio energetico controllabili via software tramite le funzionalitÓ messe a disposizione del sistema operativo, una delle componenti pi¨ gravose, dal punto di vista del consumo energetico, per la batteria di un portatile Ŕ la sorgente di retroilluminazione del display LCD.

Attualmente sul mercato esistono due tipologie di prodotti: i pannelli retroilluminati a lampada denominata CCFL, dall'inglese Cold Cathode Fluorescent Lamp (Lampada Fluorescente a Catodo Freddo), e i pi¨ recenti pannelli retroilluminati a LED, sempre dall'inglese Light Emitting Diode (Diodo ad Emissione di Luce).

Nel primo caso si avrÓ un pannello LCD provvisto di un'unica lampada che percorre interamente la base del display, nel secondo caso avremo invece una fila di diodi led, anche in questo caso collocati alla base del display. Senza entrare eccessivamente nel tecnico, basti sapere che i LED sono in grado di operare in maniera molto pi¨ efficiente delle controparti CCFL e che, pertanto, a paritÓ di intensitÓ luminosa un display provvisto di LED avrÓ una minore incidenza sull'autonomia operativa rispetto ad un display provvisto di lampada CCFL.

Al fine di poter disporre della maggiore autonomia possibile dal nostro sistema portatile, in relazione al tipo di impiego che ne stiamo facendo Ŕ opportuno adottare una serie di accorgimenti, fondamentalmente indirizzati a regolare la luminositÓ della sorgente di retroilluminazione del display in modo tale che essa risulti essere adeguata alla luminositÓ dell'ambiente nel quale ci troviamo: se stiamo lavorando in una stanza buia, oppure su un mezzo di trasporto durante un viaggio notturno non sarÓ necessario tenere la luminositÓ al massimo. In questa maniera andremmo inutilmente a consumare la carica della batteria oltre a procurarci un notevole affaticamento sensoriale. E' bene, pertanto, regolare la luminositÓ in modo tale che, a seconda della luce ambiente, i nostri occhi possano leggere le informazioni a video senza alcuna fatica.

La stragrande maggioranza dei portatili moderni dispone di due modalitÓ, una automatica ed una manuale, per il controllo della luminositÓ della lampada di retroilluminazione. La modalitÓ automatica Ŕ basata sulla presenza di particolari sensori che sono in grado di rilevare l'intensitÓ della luce ambiente e decidere, mediante sofisticati algoritmi di confronto, quale sia il livello di luminositÓ adeguato da applicare alla lampada di retroilluminazione.


Esempio di implementazione di controlli di luminositÓ manuale: premendo la combinazione di tasti Fn e freccia sinistra o destra si incrementa o diminuisce la retroilluminazione del display

La modalitÓ manuale, invece, consente all'utente di decidere in maniera del tutto soggettiva quale sia il livello di retroilluminazione pi¨ adatto da impostare. Tutti i portatili dispongono dei controlli manuali direttamente integrati nella tastiera, accessibili mediante una combinazione di tasti. Vediamo un esempio nella foto.